You get  free shipping  for orders over €30

Get Help

LET US HELP YOU

Get started

English, French or Spanish :)


HELP YOURSELF

Our helpdesk

Our help portal is packed with useful information from FAQs to helpful articles.


Happy to help and have a great day!

SHIP TO
Sweden
  • Australia
  • Austria
  • Belgium
  • Brazil
  • Canada
  • Croatia
  • Czech Republic
  • Denmark
  • Estonia
  • Finland
  • France
  • Germany
  • Greece
  • Hong Kong
  • Hungary
  • India
  • Ireland
  • Israel
  • Italy
  • Japan
  • Latvia
  • Lithuania
  • Luxembourg
  • Mexico
  • Netherlands
  • New Zealand
  • Norway
  • Poland
  • Portugal
  • Saudi Arabia
  • Singapore
  • Slovakia
  • Slovenia
  • Spain
  • Sweden
  • Switzerland
  • United Arab Emirates
  • United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  • United States of America
  • Russia
  • Rest of World
LANGUAGE
English
  • English
  • Deutsch
  • Swedish
  • Español
  • Français
  • Italiano
CURRENCY: $ / USD

Your bag

Free shipping on most orders above 30!

There are no items in your cart.

Free shipping on most orders above 30!
Total before discount: $0.00 USD
Total $0.00 USD

14171 reviews
Thank you for joining the Good Fight!
Climate neutral shipping
14171 reviews
Thank you for joining the Good Fight!
Climate neutral shipping

Sappiamo tutti che la carta proviene dagli alberi. Ma come fanno gli alberi a diventare carta? Esistono alberi più adatti di altri? Per caso le marmotte rosicchiano il legno per fare la carta? E, se sì, come vengono pagate?

Per rispondere a queste domande bisogna fare un po' di ricerche. Noi che siamo del settore le abbiamo fatte, e abbiamo deciso di condividere con voi le nostre scoperte.

Carta = alberi

L'ingrediente principale della carta è la cellulosa , una fibra che tutte le piante producono. La cellulosa viene utilizzata per diverse cose, ma uno dei suoi usi più importanti è la produzione di carta. La carta può essere fatta a mano in casa, ma quando si parla di carta, si pensa per lo più a quella prodotta in cartiera.

La carta è disponibile in molte forme, ma può essere suddivisa in due categorie: carta a fibra lunga e a fibra corta.

Due tipi di alberi

Alcuni alberi sono più adatti di altri per la produzione di carta. Il tipo di albero usato influenza anche il tipo di carta che si otterrà. Le conifere come il peccio, il pino e l'abete possiedono fibre di cellulosa più lunghe. Quando vengono lavorati in una cartiera, questi legni producono una carta forte e durevole. Per esempio: carta per origami. Gli alberi da legno duro come la quercia, la betulla e l'acero hanno fibre di cellulosa più corte che creano una carta più opaca e delicata. Per esempio: carta igienica

In sostanza, non conviene fare origami con la carta igienica e non usereste carta per curriculum al posto della carta igienica.

Lavorazione

Veniamo alle fasi di lavorazione. Gli alberi devono essere tagliati; poi devono essere trasportati, e poi vengono lavorati in fabbrica. Sembra facile, ma servono diversi passaggi perché sulle vostre tavole possano arrivare dei tovaglioli di carta (che poi getterete via).

  • Gli animali perdono le loro case. Una bella seccatura, non trovate? Quando si abbattono gli alberi, scoiattoli, uccelli, insetti e qualsiasi altra creatura viva dentro o intorno a quegli alberi restano senza casa. Come vi sentireste se qualcuno venisse nel vostro quartiere, distruggesse la vostra casa e ve la portasse via? Non stiamo cercando di farvi sentire in colpa, ma è un costo che va considerato, anche se è difficile da quantificare.

  • Un processo RUMOROSO e PUZZOLENTE. Vi è mai capitato di vedere abbattere un albero nel vostro quartiere? Se sì, ricorderete che quest'operazione fa un gran fracasso. Le motoseghe funzionano a gas e il rumore che fanno sembra un turbo-tosaerba. I camion e gli impianti di macinazione, tutti alimentati a gasolio, se ne stanno lì tutto il giorno, a emettere calore e orribili esalazioni. Che meraviglia.

  • Sono pesanti. Forse avete in mente una romantica immagine di tronchi che galleggiano silenziosamente lungo i fiumi fino alla fabbrica, come in questo video celebrativo degli anni '30 del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Ma la maggior parte degli alberi viene abbattuta e trasportata alla fabbrica su camion o chiatte, oppure viaggia in treno o in elicottero. Spostare tutti quegli alberi richiede molta energia, che emette molta CO2, responsabile dei cambiamenti climatici.

  • Per produrre carta servono prodotti chimici (e altra energia). Gli alberi devono essere trasformati in pasta di cellulosa, il che richiede grandi quantità di acqua, energia e prodotti chimici. Il processo produce anche una discreta quantità di rifiuti , anche se le moderne cartiere sono abbastanza efficienti.

  • La carta deve essere trasportata. Di nuovo. Ormai sapete come funziona. Gli spostamenti consumano energia, il che causa altro inquinamento.

    La buona notizia è che molta carta viene riciclata , ma anche la carta riciclata deriva da alberi che sono stati sradicati dalla terra, privando gli animali delle loro case e la Terra di ossigeno, con tutto ciò che questo comporta. E tutto questo per finire nella spazzatura o nello scarico.

Carta di pietra ≠ alberi

Per ottenere la pietra necessaria a produrre la carta di pietra non si deve abbattere nessuna montagna. Sarebbe sciocco, del tutto inutile e comporterebbe la tragica perdita di una bellissima montagna.

La nostra carta è fatta di marmo. Entriamo nei musei e trafughiamo solo le statue greche e romane più rare e pregiate, poi le frantumiamo in polvere che trasformiamo in carta. Scherzetto. Vi assicuriamo che nessuna opera antica viene maltrattata per creare la nostra carta di pietra. Utilizziamo gli "scarti" e gli avanzi delle cave di marmo che, macinati in polvere fine, costituiscono l'ingrediente principale della carta di pietra. Si tratta di un materiale abbastanza innocuo; probabilmente ne avete già un po' in casa vostra, sotto forma di un tagliere di marmo o di bicarbonato di sodio.

Inoltre la produzione di carta di pietra
non utilizza acqua, acidi, candeggina o sbiancanti ottici. E dato che per fare questa carta non è necessario abbattere alberi, nessuno scoiattolo o uccello viene sfrattato dalla propria casa.

Certo, serve energia per trasportare i nostri prodotti di carta di pietra... ma indovinate un po'? Compensiamo le emissioni di tutte le nostre spedizioni e piantiamo alberi invece di abbatterli.

Nota sulle marmotte e sul legno

Non siamo stati in grado di appurare se le marmotte lavorino o meno nell'industria cartaria. Il rappresentante dell'Unione delle marmotte ha rilasciato la seguente dichiarazione: "La marmotta, quando annotta, nella grotta già borbotta che la pappa non è cotta. Quando è cotta riborbotta perché scotta".

Anders Ankarlid
Co-founder & CEO

Co-Founder and CEO of agood company. A serial e-commerce entrepreneur, and a father of three. Have worked in e-commerce for more than a decade. Mindless consumption-activist.


View all stories

Italiano